btn_1
Eventi
Music China di Shanghai
mini_separator
banner

banner

banner

banner

banner

BIGBOX FREE MAGAZINE
IFxAMwCjrWI6PDGgstN02.jpg
BIGBOX » TUTTE LE NEWS » Cuffie Nuraphone
Studio
Cuffie Nuraphone

Fondata nel 2016 a Melbourn, in Australia, da un gruppo di ingegneri appassionati di musica, Nura ha applicato i principi della otoacustica per creare un sistema di ascolto personale in grado di apprendere il modo in cui un ascoltatore è in grado di percepire un segnale audio e adattare automaticamente la risposta in frequenza del sistema al profilo dell'ascoltatore. È così che sono nate le cuffie Nuraphone, vincitrici del premio Best of Innovation 2018 del Consumer Electronics Show (CES) di Las Vegas. Dal punto di vista tipologico, stiamo parlando di un sistema di ascolto wireless che è al tempo stesso in-ear e "over-ear" (a padiglioni che avvolgono totalmente l'orecchio). Ovviamente non si tratta solo di un'innovazione di tipo estetico, come vedremo più avanti. Il design è elegante e privo di qualunque controllo (l'interfaccia operativa è la classica App su smartphone), a parte un fondamentale pulsante multifunzione posizionato sull'aggancio del padiglione. Osservate indossate da qualcuno, le Nuraphone appaiono come un paio di cuffie standard anche piuttosto anonime e non rispondono certo ai canoni dei prodotti consumer nati per farsi notare tra la folla. È osservando l'interno della cuffia che si nota qualcosa di speciale con quegli auricolari interni sospesi all'interno dell'ampio auricolare principale. La loro mobilità e flessibilità permette infatti di adattarli confortabilmente a qualunque orecchio dell'ascoltatore. È questa struttura che permette al tempo stesso l'ascolto in-ear e over-ear, ma anche un maggior isolamento dall'esterno, senza che si avverta troppo l'invadenza dei due elementi distinti all'interno dell'orecchio. Le cuffie sono dotate anche di un sistema di raffreddamento a valvole utile nel caso di ascolto prolungato. I fori presenti sopra e sotto i padiglioni aspirano aria calda dal basso e la conducono verso l'alto, sfruttando lo spostamento d'aria generato dal movimento delle onde sonore. Il materiale utilizzato per costruire le Nuraphone è di prima qualità: padiglioni esterni in alluminio leggero con fascia in acciaio e molle giapponesi di alta qualità. Il comfort è assicurato da un silicone biocompatibile e l'utilizzo del SoftTouch sulla parte interna fa la differenza. Dalla cuffia è possibile riprodurre, mettere in pausa, skippare, e rispondere e disconnettersi dallo smartphone o da altri device. La risposta intelligente è integrata e l'accensione e lo spegnimento sono automatici. Vengono garantite almeno 20 ore di riproduzione durante l'uso attivo e la connettività universale è assicurata da aptX, Bluetooth HD, USB-A, USB-C, Micro USB e un cavo analogico da 3,5 mm.

COME AVVIENE LA PROFILAZIONE

Il punto di forza delle Nuraphone è dunque la capacità di misurare la risposta dell'apparato uditivo dell'ascoltatore per ottimizzare la qualità dell'emissione sonora delle cuffie stesse. Il presupposto è che ogni persona è dotata di una curva di risposta in frequenza propria. Questo tipo di profilazione sonora implica la necessità di utilizzare una App come componente essenziale dell'esperienza d'ascolto, ma si tratta di operazioni intuibili per chi si occupa come noi di produzione audio (non siamo semplici ascoltatori dopotutto...). Una volta indossate le cuffie in modo stabile, si avvia il test tramite l'App. A questo punto Nuraphone introduce un certo numero di suoni nel condotto uditivo e attraverso un microfono estremamente sensibile misura la qualità dei flebili segnali di ritorno che l'apparato uditivo, in particolare la coclea, è in grado di restituire (emissioni otoacustiche o echi cocleati). Lo scostamento tra i segnali in ingresso e quelli di ritorno viene analizzato da un motore di auto-apprendimento che realizza il conseguente profilo personale dell'ascoltatore. Il tutto avviene automaticamente in circa un minuto di tempo. Una volta realizzato il profilo di ascolto personalizzato, Nuraphone si accorda con la curva di risposta corrispondente a quel profilo per fare in modo che la musica riprodotta dalle cuffie venga percepita al meglio e in ogni dettaglio. Per comprendere cosa è cambiato, si ha la possibilità di comparare l'ascolto profilato con quello generico e, ovviamente, si rimane sorpresi di quanto meglio suoni il preset personalizzato rispetto a quello generico, che supponiamo sia stato settato con una curva di risposta volutamente "infedele" per rendere il tutto più stupefacente (magia del marketing esperienziale). Le Nuraphone permettono di memorizzare tre differenti profili di ascolto per tre diversi ascoltatori, ma poiché le differenze di udito non sono sempre così nette (come lo sono invece rispetto al profilo "generico") può capitare che passando dal proprio profilo a quello di un altro ascoltatore non si abbia la stessa reazione entusiasta. In definitiva, siamo di fronte a una "percezione" di qualità sonora elevata favorita da una comparazione indotta. Il che non significa che il sistema non sia onesto, ma non è detto che una cuffia tradizionale di costo analogo suoni peggio della Nuraphone profilata, i cui dati tecnici sono comunque quelli di una cuffia consumer di qualità elevata. All'interno della App i profili vengono visualizzati utilizzando un diagramma circolare a colori che rappresenta la risposta in frequenza del nostro orecchio (in blu) rispetto alla risposta lineare (in rosa) laddove un maggiore scostamento dal centro indica una maggiore sensibilità a un determinato ambito di frequenze (dalle più basse collocate a ore 12 fino alle più alte muovendosi in senso orario). Non vengono indicate specifiche frequenze né si fa differenza tra orecchio destro e orecchio sinistro, ma si ha un'idea di massima di quanto è lineare la risposta del proprio orecchio.All'interno della App i profili vengono visualizzati utilizzando un diagramma circolare a colori che rappresenta la risposta in frequenza del nostro orecchio (in blu) rispetto alla risposta lineare (in rosa) laddove un maggiore scostamento dal centro indica una maggiore sensibilità a un determinato ambito di frequenze (dalle più basse collocate a ore 12 fino alle più alte muovendosi in senso orario). Non vengono indicate specifiche frequenze né si fa differenza tra orecchio destro e orecchio sinistro, ma si ha un'idea di massima di quanto è lineare la risposta del proprio orecchio.

GLI AGGIORNAMENTI DELLA VERSIONE G2

Nella nuova versione G2, Nuraphone dispone di un sistema di cancellazione del rumore disattivabile se non necessario e di una funzione Social Mode che mantiene intenzionalmente il rumore di fondo nel caso in cui ci si trovasse a parlare con qualcuno mentre si ascolta qualcosa in cuffia. L'aggiornamento prevede anche un indicatore di carica batteria con funzione auto power on/off utile per limitarne il consumo, nuove funzioni impostabili tramite pulsante e accoppiamento di più sistemi wireless. Caratteristica infine molto interessante, le Nuraphone possono essere caricate tramite smartphone.

Info: Nuraphone

BIGBOX SOCIAL
facebook
twitter
youtube
I LIBRI DI BIGBOX
grgWMSi5jW7IwBrwSo0WT.Z
btn_1
logo_footer
Copyright 2012-2013 BigBox srl s.u. - P.IVA 07847760969
Tutti i diritti riservati
BigBox è una freepress bimestrale - Autorizzazione presso il Tribunale di Milano n.383 del 16/10/2012
Direttore Responsabile: Chiara Mojana
BigBox Srl - Sede Legale Via Del Turchino, 8 – 20137 Milano – MI - info@bigboxmedia.it
Crediti: Niro Soluzioni Web Agency Milano - Via Giuseppe Meroni, 2 20011 Corbetta - MI - Italia info@nirosoluzioni.it