btn_1
Eventi
FIM - Formazione e Innovazione nella Musica
mini_separator
banner

banner

banner

banner

banner

BIGBOX FREE MAGAZINE
7Eg9czyMurBHCbqdzt7df.jpg
BIGBOX » HOMEPAGE » Genelec The Ones
Studio
Genelec The Ones

La rivoluzione digitale, che ha penalizzato agli inizi degli anni Novanta tutti gli studi di registrazione audio professionali, ha invece favorito la nascita di un numero impressionante di home e project studio. In quel periodo si sono affermati i nearfield monitor, progettati proprio per l'ascolto ravvicinato in studi con regie di ridotte dimensioni, che hanno aperto il mercato a un gran numero di nuovi costruttori. La finlandese Genelec, che rappresenta da quarant'anni l'eccellenza nel settore del monitoraggio audio, ha dovuto anch'essa adeguarsi ai nuovi formati cercando il difficile equilibrio tra compattezza dei sistemi e linearità della riproduzione in ambienti di monitoraggio non standardizzati. Più di altri Genelec si è sempre impegnata nel cercare soluzioni per il corretto interfacciamento tra diffusori e ambiente, valga come esempio il sistema di calibrazione GLM (Genelec Loudspeaker Manager Software). Il nuovo frutto della ricerca Genelec nel monitoraggio nearfield di qualità è The Ones, sistema della serie Ultimate Point Source che prevede oltre al già noto modello 8351, anche i modelli 8331 e 8341, i più piccoli monitor a tre vie coassiali mai prodotti, privi però degli inconvenienti tipici dei sistemi coassiali. Rispetto ai monitor a più vie con tweeter e woofer affiancati, The Ones risolvono il problema della colorazione fuori asse, offrendo all'ascoltatore maggiore libertà di movimento rispetto allo "sweet spot" (punto di migliore ascolto) perché forniscono un'immagine precisa sia in asse che fuori asse e una riproduzione neutrale, che permette un lavoro di registrazione e mixaggio più veloce, meno affaticante e senza sorprese. I nuovi Ultimate Point Source The Ones presentano rispetto ai coassiali tradizionali una gamma passante più ampia, una maggiore pressione sonora e una dispersione più uniforme. Dal punto di vista estetico i nuovi monitor ereditano le forme della linea 8000, che parte dal più piccolo modello 8010 con speaker da 3". Il cabinet è in alluminio, che permette di tenere sottile la parete ed è totalmente riciclabile. Stiamo parlando di monitor a tre vie dotati di quattro altoparlanti, due woofer nascosti dietro le fessure superiore e inferiore del pannello anteriore e un midrange e tweeter coassiali in posizione centrale. È questa configurazione che permette di creare una diffusione "point source", cioè una generazione in un solo punto dello spazio, che porta a un controllo della direttività e a una maggior coerenza della risposta in frequenza in asse e fuori asse. In un sistema a più vie ogni speaker riproduce un range più ristretto di frequenze ed è così più efficiente. La superficie più ampia, tipica dei sistemi a più vie, genera una guida d'onda più grande e dunque una maggior controllabilità del sistema su tutte le frequenze. Genelec è riuscita a ridurre la superficie utilizzando la soluzione coassiale, ma senza perdere linearità della risposta sulle basse frequenze (che si otterrebbe con un woofer più grande). Lo ha fatto utilizzando tutto lo spazio frontale non occupato dal coassiale come guida d'onda, come se il monitor fosse virtualmente un solo altoparlante. I due woofer superiore e inferiore sfruttano le due feritoie per non rompere la guida d'onda e la distanza relativa tra i due woofer permette un controllo della direttività del monitor anche sulle basse frequenze fino a 250 Hz. Quattro altoparlanti e quattro amplificatori significa anche maggiore pressione acustica a parità di dimensione del monitor (110 dB a 0,5 m per il modello più piccolo 8331) e crossover con pendenze più ripide, cioè meno distorsioni da intermodulazione. Per inciso, la risposta in frequenza degli 8331 è 45 Hz - 37 kHz a -6 dB, mentre quella della più grande 8351 è 32 Hz - 35 kHz a -6 dB) con una linearità della risposta di 58 Hz - 20 kHz nella 8331 e 38 Hz - 20 kHz nella 8351. Essendo il driver coassiale e i due woofer alla stessa distanza dalla testa dell'ascoltatore, viene anche risolto il problema dell'ascolto fuori asse, come così come la risposta in frequenza che non cambia se ascoltiamo il sistema a una distanza di soli 40 cm. Stiamo parlando soprattuto dei due nuovi modelli più piccoli, per i quali è stato necessario riprogettare l'amplificazione, la programmazione del DSP e ridisegnare tutti i componenti, per una soluzione coassiale compatibile con le più ridotte dimensioni rispetto al precedente 8351. Info: Midiware

BIGBOX SOCIAL
facebook
twitter
youtube
I LIBRI DI BIGBOX
grgWMSi5jW7IwBrwSo0WT.Z
btn_1
logo_footer
Copyright 2012-2013 BigBox srl s.u. - P.IVA 07847760969
Tutti i diritti riservati
BigBox รจ una freepress bimestrale - Autorizzazione presso il Tribunale di Milano n.383 del 16/10/2012
Direttore Responsabile: Chiara Mojana
BigBox Srl - Sede Legale Via Per Bresso, 232 - 20092 Cinisello Balsamo - MI - Italia - info@bigboxmedia.it
Crediti: Niro Soluzioni Web Agency Milano - Via Giuseppe Meroni, 2 20011 Corbetta - MI - Italia info@nirosoluzioni.it